Venezia, polemica in crescendo

Grandi navi e passaggio in laguna. Ri-spunta il canale Vittorio Emanuele che metterebbe d'accordo quasi tutti, ma non il ministro Toninelli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Grandi navi e Venezia: la soluzione alternativa al canale della Giudecca - dopo la collisione di domenica tra una nave crociera e un battello turistico - ci sarebbe.

 

Canale Vittorio Emanuele il suo nome. Pescaggio: 6 metri (consentirebbe il passaggio di quasi tutte le grandi navi). Perché, allora, la soluzione non si applica? "Il Mit (Ministero delle infrastrutture e dei trasporti) sta bloccando tutto", ha tuonato il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. Il responsabile del Mit, Danilo Toninelli, ha risposto via social. La soluzione c'è, ma non prevede che i turisti entrino a Venezia vis à vis al Petrolchimico.

 

Il Comitato "No grandi navi", dal canto suo, dice "NO" in modo chiaro e inequivocabile. Da anni, come spiega Giuseppe Tattara, l'eventualità di un impatto simile a quello di domenica era stata denunciata. "Ci hanno sempre risposto che era impossibile. Navi moderne come queste non vanno a impattare contro battelli o vaporetti".

L'intervista di Giuseppe Limoncello a Giuseppe Tattara del comitato "No grandi navi" dall'RG 08.00 del 03.06.2019
L'intervista di Giuseppe Limoncello a Giuseppe Tattara del comitato "No grandi navi" dall'RG 08.00 del 03.06.2019

La questione è dunque più che aperta e... non da ieri. Anche per questo vi riproponiamo il reportage da Venezia che Italo Rondinella realizzò per RSInews nel giugno del 2017.

m.c.

Condividi