Le vie di Venezia in uno scatto di venerdì
Le vie di Venezia in uno scatto di venerdì (keystone)

Venezia sempre col fiato sospeso

L'alta marea tocca un nuovo picco di 154 centimetri

Venezia si appresta a vivere un'altra giornata di paura, questo venerdì, per la nuova acqua alta eccezionale (160 cm) prevista in mattinata: Piazza San Marco era già allagata da oltre 20 centimetri d'acqua poco dopo le 8.00.

La diretta della webcam di Skyline su piazza San Marco

Il cielo sulla città lagunare in mattinata è plumbeo, con vento teso (non da scirocco) e non sta piovendo, ma la marea sta crescendo velocemente, come lo segnalano le centraline in mare aperto. Le sirene d'allarme sono risuonate alle 6.50, e poi alle 8.30 e a seguito della marea anche i vaporetti sono costretti a variazioni di percorso.

La situazione sembra rivelarsi decisamente peggiore del previsto: inizialmente si erano valutati 145 cm d'acqua alta, poi rivisti al rialzo a 150 cm. Attorno alle 11.40 sono stati toccati 154 centimetri. Il 70% del centro storico si è allagato.

 

Le reazioni della politica

Intanto sempre venerdì il premier italiano Giuseppe Conte ha evocato in alcune interviste la nomina del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro al ruolo di commissario straordinario "in relazione allo stato d'emergenza che è stato deliberato in Consiglio dei ministri". Conte ha spiegato d'aver convocato, per il 26 novembre prossimo, un "super-comitato" interministeriale, durante il quale "si discuterà pure la governance per i problemi strutturali della città, come quello delle grandi navi e del MOSE", ribadendo ancora una volta che "il Governo farà la sua parte".

Venezia ancora sott'acqua

Venezia ancora sott'acqua

TG 20 di venerdì 15.11.2019

 
 
ANSA/Reuters/EnCa
Condividi