La Guardia di finanza ha effettuato perquisizioni nelle sedi italiane di Amazon e di eBay (Keystone)

Virus, indagine su "sciacalli"

La Guardia di finanza compie perquisizioni nelle sedi di Amazon e di eBay dopo le vendite a prezzi gonfiati di mascherine e gel disinfettanti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Guardia di finanza (Gdf) di Milano nelle ultime ore ha effettuato acquisizioni di documenti e dati nelle sedi italiane di Amazon e di eBay, nell'ambito dell'inchiesta sulle “manovre speculative” con vendite a prezzi folli di mascherine, gel disinfettanti e altri prodotti sanitari in questi giorni di emergenza coronavirus.

Il fascicolo, che ipotizza speculazioni sui prezzi di “generi di prima necessità”, è a carico di ignoti. Da quanto si è saputo, i militari si sono recati negli uffici delle due piattaforme online per acquisire documenti e dati utili all'inchiesta, che punta a individuare coloro che in questi giorni, approfittando dell'emergenza e delle paure delle persone, hanno venduto a prezzi gonfiati (anche 100 euro per una confezione con 50 mascherine, quando il loro costo è di 20 centesimi l'una) prodotti utili a prevenire la diffusione del virus.

La Procura di Milano, che indaga sulle speculazioni, sta monitorando anche altre piattaforme on line. Potrebbero essere necessarie, dunque, acquisizioni di documenti e dati anche nei confronti di altre piattaforme di e-commerce. Del resto vi sono state mascherine vendute anche a 5'000 euro (circa 5'400 franchi) approfittando dell'emergenza Coronavirus. Lo ha scoperto la Guardia di finanza, che con il coordinamento della Procura di Torino, ha intrapreso una vasta operazione in varie località italiane. Sono in corso perquisizioni a carico di una ventina di soggetti.

Amazon ha subito confermato che sta “offrendo la massima collaborazione alle autorità competenti" dopo le ispezioni della Gdf di Milano, precisando che “i partner di vendita stabiliscono i prezzi dei loro prodotti nel nostro store e abbiamo regole per aiutarli a definire i prezzi in modo competitivo. Monitoriamo attivamente il nostro store e rimuoviamo le offerte che violano le nostre regole”. Situazione identica nel caso di eBay, che ha ricordato di essere una piattaforma che mette in contatto venditori e acquirenti", con i primi che decidono “i prezzi dei singoli prodotti in autonomia”.

Vietata la vendita all'estero di gel disinfettanti e mascherine

Il capo della Protezione civile italiana Angelo Borrelli ha firmato un'ordinanza giovedì per vietare l'esportazione dei Dispositivi di protezione individuale come gel disinfettanti o mascherine, e accentrarne l'acquisto all'interno del Dipartimento. Intanto c'è la conferma che 500'000 mascherine saranno inviate in giornata alle regioni che ne hanno fatto richiesta.

ANSA/Reuters/EnCa
Condividi