Vulcano, recuperati sei corpi

Soldati delle forze speciali neozelandesi hanno raggiunto White Island venerdì per portar via i corpi dei turisti rimasti a White Island

L’esercito neozelandese ha recuperato venerdì i corpi di sei persone uccise all’inizio della settimana da un vulcano sull’isola di White Island, nel corso di un’operazione svolta con la minaccia incombente di una nuova eruzione. I cadaveri sono stati portati via con gli elicotteri da un’équipe di otto soldati d’élite.

L’obiettivo della squadra, formata da artificieri, consisteva nel recupero dei resti umani rimasti sull’isola di otto persone date per disperse e riportarli su una fregata della marina militare ancorata al largo.

Un commissario di polizia ha dichiarato che le operazioni che mirano a localizzare i corpi di due altre persone continueranno. Sommozzatori effettuano infatti ricerca nelle acque adiacenti White Island dopo che un cadavere era stato individuato in superficie martedì. Non si esclude il ritorno di altre squadre di ricerca quando le condizioni saranno giudicate più sicure. Complessivamente l’eruzione di lunedì avrebbe ucciso almeno sedici turisti, intenti a visitare l’isola.

AFP/ATS/Reuters/EnCa
Condividi