David Cameron a Manchester
David Cameron a Manchester (KEYSTONE)

Cameron, "l'austerità paga"

Si apre l'annuale congresso dei conservatori britannici

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La politica di austerità "comincia ad essere pagante", ha dichiarato il premier britannico David Cameron, arrivato domenica a Manchester per l'annuale congresso del partito conservatore, dove terrà un discorso mercoledì.

Alla BBC, l'inquilino del numero 10 di Downing Street ha annunciato misure per il mercato immobiliare e fiscali volte ad attirargli le simpatie in particolare delle coppie sposate. Ha ribadito, inoltre, che se rieletto nel 2015 organizzerà entro la fine del 2017 un referendum sull'appartenza del Regno Unito all'Unione Europea. Una mossa questa che serve a tagliare le gambe all'UKIP, partito antieuropeista che non ha nessuna possibilità di andare al Governo ma che potrebbe raccogliere molti suffragi a destra

A 18 mesi dalle elezioni, i Tories al potere sono confortati dai segnali di ripresa economica. L'evoluzione della situazione in Siria ha inoltre tolto Cameron dall'imbarazzo causato dal veto parlamentare a un intervento militare, che era stato costretto a incassare.

I sondaggi danno loro parzialmente ragione: il ritardo dai laburisti è sceso da 14 a 11 punti rispetto a un anno fa, stando a un'inchiesta commissionata dal Sunday Times.

RedMM/pon/SM


Le proteste fuori dalla sala dove si riuniva il congresso

Mentre è in corso il congresso dei conservatori a Manchester, nelle strade della città inglese 50'000 persone hanno marciato per protestare contro austerità e tagli introdotti dal Governo Cameron, specie nel settore sanitario. "L'austerità sta avendo un effetto devastante sulle nostre comunità e sui servizi pubblici, con 21'000 impieghi persi nel settore sanitario negli ultimi tre mesi", ha detto la segretaria generale del sindacato TUC. Le contestazioni erano anche all'interno del congresso. Il ministro della difesa, Philip Hammond, è infatti stato interrotto durante il suo intervento.

Condividi