Per il Governo vallesano i danni che provoca
Per il Governo vallesano i danni che provoca "attualmente non sono accettabili" (Archivio Keystone)

Abbattuto un lupo in Vallese

"Situazione incontrollabile", il Consiglio di Stato chiede a Berna di poterne uccidere altri per sei mesi in modo da regolare la sovrappopolazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un lupo è stato abbattuto dai guardiacaccia nell'Alto Vallese giovedì sera. Lo ha reso noto venerdì il Consiglio di Stato, che durante una conferenza stampa sul grande predatore ha annunciato che chiederà al Consiglio federale, in via eccezionale, di poter "regolare la sovrappopolazione dei lupi per sei mesi". "Ciò avverrà in consultazione con l'Ufficio federale dell'ambiente" è stato spiegato sottolineando che il cantone intende definire "un numero di lupi da abbattere prima che si verifichino attacchi".

L'uccisione del lupo era stata ordinata nei giorni scorsi dal consigliere di Stato Frédéric Favre dopo che l'animale aveva ucciso un totale di 28 capi di bestiame nell'area agricola protetta. È avvenuta nella regione di Schattenberge-Augstbord, tra i comuni di Ergisch e Unterbäch.

Dall'inizio dell'anno, in Vallese 84 animali da allevamento sono stati uccisi dai lupi, 31 dei quali si trovavano in una situazione di protezione. "Per noi la situazione è diventata incontrollabile", ha sottolineato il capo del Dipartimento sicurezza, istituzioni e sport. Secondo l'Ufficio della caccia attualmente in Vallese sono presenti tra i 50 e i 70 lupi, all'incirca il doppio di quelli che erano presenti quattro anni fa.

I conti tornano - Lupo: che si fa? - Guerra senza ragione

I conti tornano - Lupo: che si fa? - Guerra senza ragione

Dibattito su un tema di attualità, che può essere regionale, nazionale o internazionale

 
Diem/ATS
Condividi