Acceso dibattito al Nazionale (Keystone)

Armi, sconfessato il Governo

Voto del Nazionale: il Parlamento va maggiormente coinvolto nel determinare i criteri per l'esportazione di materiale bellico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio nazionale ha accettato la mozione del PBD - con 97 favorevoli, 82 contrari e 11 astensioni - che chiede di trasferire nella legge le disposizioni in materia di esportazione di armi attualmente sancite a livello d’ordinanza. Secondo la Camera del popolo il Parlamento deve essere maggiormente coinvolto nel determinare i criteri per l'export di materiale bellico. Se gli Stati dovessero decidere di allinearsi a questa decisione, il Governo non ne sarà più responsabile.

 

La votazione è giunta al termine di una discussione urgente chiesta da tutti i gruppi a proposito dell'annuncio dell'Esecutivo di voler allentare i criteri volti a permettere l'esportazione di materiale bellico anche in paesi coinvolti in un conflitto armato interno. Tranne il Partito liberale radicale (PLR) e l'Unione democratica di centro (UDC), tutti gli altri gruppi parlamentari hanno criticato le intenzioni del Governo, giudicando che un allentamento delle disposizioni sull'export di armi avrebbero nuociuto alla reputazione della Svizzera, alla sua neutralità e alla sua tradizione umanitaria.

Armi ed economia, l'esempio di Turgovia

Armi ed economia, l'esempio di Turgovia

TG 20 di mercoledì 26.09.2018

 
ATS/Wyta
Condividi