Chiasso, controllo dei frontalieri
Chiasso, controllo dei frontalieri (Ti-Press)

Berna, sì all'accordo sui frontalieri

Il Consiglio federale ha adottato il messaggio sull'intesa firmata in dicembre tra Svizzera e Italia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il nuovo accordo sui frontalieri tra la Svizzera e l'Italia ha il sostegno del Consiglio federale, che mercoledì ha adottato il messaggio per la sua approvazione. Con la nuova intesa raggiunta, che contribuisce a mantenere i buoni rapporti tra i due Paesi, la Confederazione tratterrà l'80% dell'imposta alla fonte ordinaria prelevata sul reddito dei nuovi frontalieri che lavoreranno in Svizzera, che poi verranno tassati in via ordinaria anche in Italia. Lo indica in una nota l'Esecutivo.

I "nuovi lavoratori" sono le persone che entrano nel mercato del lavoro transfrontaliero dopo l'entrata in vigore dell'accordo. I frontalieri che hanno lavorato in Ticino, nel canton Grigioni e in Vallese, prima dell'entrata in vigore del testo, continueranno ad essere tassati esclusivamente in Svizzera, la quale verserà ai Comuni italiani di confine fino all'anno fiscale 2033 una compensazione finanziaria del 40% dell'imposta alla fonte prelevata nel Paese.

Accordo sui frontalieri, c'è la firma

Accordo sui frontalieri, c'è la firma

TG 20 di mercoledì 23.12.2020

 
ATS/Gis
Condividi