La lunga giornata del presidente della Confederazione (Keystone)

Caso Berset: "Indagine su tutte le fughe di notizie"

Le commissioni della Gestione delle Camere hanno istituito un gruppo di lavoro sul cosiddetto "CoronaLeaks" - Ma sotto la lente finirà l'intero Consiglio federale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La giornata di fuoco del consigliere federale Alain Berset aveva un punto fermo: martedì, alle 17, quando i presidenti delle due commissioni della Gestione delle Camere si sarebbero espressi su quello che è stato ribattezzato il “CoronaLeaks”.

Puntuali i due presidenti delle due commissioni della Gestione – la consigliera nazionale Prisca Birrer-Heimo (PS) e il consigliere agli Stati Matthias Michel (PLR) – si sono presentati alla stampa: “Le commissioni parlamentari di controllo degli affari (GPK) vogliono indagare sulle accuse di indiscrezioni uscite dal Dipartimento degli Affari interni del presidente Alain Berset”, ha detto Michel. Per farlo è stato istituito un gruppo di lavoro.

L'ulteriore precisazione è che sarà inchiesta a tutto campo: la commissione ad hoc, composta di sei persone, dovrà indagare su tutte le indiscrezioni provenienti dal Consiglio federale e dall'amministrazione riguardanti il periodo della pandemia di coronavirus, e non solo per quelle riguardanti il Dipartimento federale dell'Interno (DFI) di Alain Berset.

In particolare il gruppo di lavoro dovrà appurare se il Consiglio federale nel suo complesso abbia preso misure sufficienti per prevenire le indiscrezioni. L'obiettivo è anche quello di mettere a punto misure di preventive perché tali situazioni non si ripetano.

Prendendo la parola, Michel ha precisato che le commissioni si sono decise per un gruppo di lavoro a causa dei limiti imposti loro: sono infatti in corso procedimenti penali, probabilmente per violazione del segreto d'ufficio. Insomma, il gruppo di lavoro dovrà muoversi rispettando le sue competenze e senza invadere il campo d'azione della giustizia in nome della separazione dei poteri.

Quanto ai compiti del gruppo, ha aggiunto il senatore del canton Zugo, quest'ultimo dovrà stabilire quali e quante soffiate sono giunte dal Consiglio federale in relazione alle decisioni prese riguardo la pandemia, chi ne è all'origine e chi ne ha approfittato. Inoltre, dovrà appurare quali provvedimenti ha adottato Alain Berset per porre fine a tali indiscrezioni e quali il Consiglio federale in corpore.

Michel ha insistito sugli strumenti limitati delle commissioni. Tuttavia non ha escluso che si possano anche esaminare i verbali del Consiglio federale attivando la Delegazione delle Commissioni della gestione dei due rami del parlamento, un istanza che ha questo potere e che si occupa anche di servizi segreti.

Le commissioni della Gestione delle Camere, chiamate a vigilare sull’operato del governo e dell’amministrazione, erano riunione da stamattina alle 10 al terzo piano di Palazzo federale per decidere come affrontare il caso, ormai anche politico, originato dalle fughe di notizie tra il Dipartimento federale dell’interno, diretto da Berset, e il Blick.

Sotto la lente sono finiti gli stretti rapporti tra l’ex responsabile della comunicazione di Berset, e il CEO del gruppo Ringier, Marc Walder.

Indagheranno solo in sei... per evitare "soffiate"

Quanto al gruppo di lavoro, Birrer-Heimo ha dichiarato che si tratta di un piccolo "cenacolo" composto di tre rappresentanti degli Stati e tre del Nazionale, in cui sono rappresentati tutti i partiti, anche quelli che non siedono in Consiglio federale, indipendentemente dalla forza politica. Il fatto di avere anche eletti non rappresentati in governo, ha spiegato la deputata socialista, contribuisce ad apportare uno sguardo diverso su questo affare.

Per gli Stati sono stati scelti Philippe Bauer (PLR/NE), Daniel Fässler (Centro/AI) e Hans Stöckli (PS/BE), per il Nazionale Katja Christ (Vedi liberali/BS), Manuela Weigelt (Verdi/ZG) e Thomas de Courten (UDC/BL), ha aggiunto Birrer-Heimo, spiegando che la "piccola" taglia del gruppo di lavoro si spiega anche con la volontà di mantenere il riserbo evitando fughe di notizie. Il presidente del gruppo di lavoro è Bauer e il suo vice de Courten.

Fuga di notizie, l'analisi da Berna

Fuga di notizie, l'analisi da Berna

TG 20 di venerdì 20.01.2023

 
ATS/Spi
Condividi