Lo scambio di dati tra polizie cantonali non è automatico (Keystone)

Chiudere i buchi nelle maglie della polizia

Dei delinquenti potrebbero sfuggire all'arresto a causa del sistema di scambio di informazioni tra i cantoni, ma si lavora a una soluzione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un delinquente ricercato in Ticino, Vallese e Vaud potrebbe sfuggire all'arresto se venisse fermato, ad esempio per un controllo stradale, dalla polizia di San Gallo. Lo scambio di informazioni tra cantoni e con la Confederazione al momento non è infatti automatico. I 26 diversi sistemi informativi delle forze dell'ordine sono stati mantenuti e sono separati. Per ottenere informazioni è quindi necessario presentare una richiesta.

Una situazione "molto insoddisfacente", secondo Mark Burkhard, presidente della Conferenza dei comandanti delle polizie cantonali. Si sta però lavorando a una soluzione: entro l'anno prossimo ai cantoni dovrebbe essere presentata una proposta di concordato che mira a rendere lo scambio di informazioni tra polizie cantonali molto più semplice.

Prima che la soluzione entri in vigore saranno necessari ancora due o tre anni e allora cambiare cantone non porterà più nessun vantaggio ai delinquenti.

Paola Latorre/RG/sf
Condividi