Droni, ecco la "Champions"

Quadricotteri pilotati tramite visori e acrobazie a 150 all'ora, sul lago di Zurigo la competizione numero uno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Drone Champions League per la prima volta atterra venerdì al castello di Rapperswill, è la finale della competizione internazionale con i migliori piloti al mondo. Le "puntate precedenti" si sono svolte a Madrid, Pechino e Bruxelles. L'essenza della gara di questo fine settimana è costituita da quadricotteri che planano a 150 chilometri all'ora sul lago di Zurigo con spettacolari acrobazie per schivare gli ostacoli e seguire il tracciato, controllati tramite visori.

Sabato sera ci sarà la premiazione del gruppo più forte di tutto il globo, il migliore tra le otto nazionali di questa seconda edizione e tra le squadre c’è anche il team elvetico. Mirko Cesena — 20enne e con la passione del volo sin da piccolo — è uno dei piloti della squadra rossocrociata.

"Ci sono arrivato dieci anni fa grazie alla passione di mio padre, che pilotava elicotteri. Due anni e mezzo fa sono passato ai droni", dice Mirko Cesena alla RSI. "Usiamo un simulatore per creare il tracciato, ma poi lo condividiamo anche con i piloti, affinché possano allenarsi e commettere meno errori...", gli fa eco Filippo Vivirito, organizzatore dell'evento.

TG/px

Condividi