Anche un camion elettrico tra i premiati (futuricum.com)

Ecco i Watt d'Or 2020

Premiati 5 progetti: una serra per orchidee, un archeobatterio, dei veicoli elettrici e un impianto geotermico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Watt d’Or 2020, il premio energetico svizzero attribuito per la tredicesima volta giovedì a Berna, è stato assegnato a 5 vincitori. 

 

La serra della Meyer Orchideen AG di Wangen (ZH) è stata premiata nella categoria tecnologia energetica: produce orchidee in modo neutro dal punto di vista climatico.

L'innovativa serra a Wangen
L'innovativa serra a Wangen (swissorchid.ch)

Nelle energie rinnovabili si è distinto l’archeobatterio “Archie”, che ingerisce idrogeno e CO2 e li trasforma in biometano nell'impianto ibrido della Regioenergie Solothurn, biometano che viene poi iniettato nella rete del gas naturale.

L'impianto ibrido della Regioenergie Solothurn
L'impianto ibrido della Regioenergie Solothurn (regioenergie.ch)

Nella mobilità ad alta efficienza energetica si sono imposti i veicoli elettrici comunali sviluppati dall'azienda Viktor Meili AG di Schübelbach (SZ). I veicoli hanno un lungo raggio d'azione, sono silenziosi e non emettono CO2. Premiata anche la società Designwerk di Winterthur, che ha sviluppato il camion elettrico Futuricum Collect 26E da 26 tonnellate.

I veicoli comunali elettrici
I veicoli comunali elettrici (meiliswiss.com)

La rete energetica del Politecnico di Zurigo (Hönggerberg) ha infine vinto il premio nella categoria edifici e spazi: dal 2012 il campus è alimentato da diversi campi di sonde geotermiche situate 200 metri sotto terra.

Il campus ETHZ di Hönggerberg
Il campus ETHZ di Hönggerberg (ethz.ch)
Watt d'Or 2020, 5 premiati

Watt d'Or 2020, 5 premiati

TG 20 di giovedì 09.01.2020

 
ATS/dielle
Condividi