Quest'anno effettuate quasi 20'000 visite per una puntura di zecca (keystone)

Encefalite da zecche in aumento

L'UFSP ha già registrato 332 casi: non succedeva da 20 anni - Vaccino raccomandato per chi vive in regioni a rischio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I casi di encefalite da zecche quest'anno potrebbero raggiungere un nuovo record. A fine luglio, l'Ufficio federale di sanità pubblica (UFSP) ne aveva registrati 332: il numero più elevato dal 2000.

L'encefalite da zecche è una malattia che può avere anche un decorso grave, e che è soggetta all'obbligo di notifica dal 1988. Il numero dei casi fluttua considerevolmente di anno in anno: dal 2000, nel periodo gennaio-luglio sono stati registrati tra i 39 e i 332 casi. L'UFSP ricorda che è importante farsi vaccinare, soprattutto se si vive in regioni considerate a rischio (tutti i cantoni tranne Ticino e Ginevra).

Quest'anno, fino a fine luglio, ci sono state 19'800 visite mediche in seguito a una puntura di zecca e 10'200 per casi di borreliosi (o malattia di Lyme, per la quale invece non esiste un vaccino).

Zecche aggressive

Zecche aggressive

TG 20 di martedì 11.08.2020

 
ATS/eb
Condividi