Servono più pale eoliche, ma i tempi oggi sono considerati troppo lunghi
Servono più pale eoliche, ma i tempi oggi sono considerati troppo lunghi (keystone)

Energia eolica, bisogna cambiare marcia

La Commissione dell'energia del Nazionale vuole tempi più brevi per autorizzazioni e ricorsi - Competenza decisionale ai Cantoni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo aver lanciato la cosiddetta "offensiva solare", il Parlamento svizzero vuole fare altrettanto per l'energia eolica, in un contesto ancora segnato dai timori di penuria di corrente a medio-lungo termine. La competente commissione del Consiglio nazionale ha sostenuto martedì con 18 voti contro 7 un'iniziativa parlamentare che chiede di accelerare le procedure di autorizzazione per la costruzione di nuove pale, attribuendo ai Cantoni il compito di rilasciare le licenze, a scapito dei Comuni.

Si vuole inoltre abbreviare invece i tempi per i ricorsi, pur rinunciando a limitare a 90 giorni i termini a disposizione dei tribunali per pronunciarsi. Questa offensiva riguarda i progetti già avanzati, che devono essere realizzati senza tardare, auspicano i deputati.

Nelle intenzioni, le nuove installazioni dovrebbero fornire annualmente 1 TWh di elettricità. Stando alla maggioranza, "gran parte sarà prodotta in inverno, contribuendo in modo significativo a colmare le carenze" nella stagione fredda, in cui la Svizzera è costretta a importare energia.

Il progetto e il rapporto della commissione dovrebbero essere pubblicati questa settimana e trasmessi al Consiglio federale per un parere. Il progetto sarà esaminato dalle Camere nella sessione primaverile 2023.

Elettricità, Rösti apre al nucleare

Elettricità, Rösti apre al nucleare

TG 20 di mercoledì 18.01.2023

 
ATS/pon
Condividi