Il fermo è avvenuto a due passi da uno dei valichi tra canton Sciaffusa e Baden-Württemberg (Archivio Keystone)

Finto diplomatico in manette

Un 44enne fermato dalle autorità tedesche in uscita dalla Svizzera con passaporti e certificati tutti falsi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un uomo che si spacciava per un diplomatico alla fine di aprile è stato fermato dai doganieri tedeschi a Gottmadingen-Randegg, nei pressi di Singen, città del sud della Germania nei pressi del confine elvetico. Il 44enne, che ha affermato di essere appena entrato nel paese dalla Confederazione, è stato trovato con documenti e dichiarazioni di denaro falsificati, hanno reso noto venerdì le autorità doganali tedesche.

Il 44enne, residente in Germania, ha detto agli agenti che non trasportava merci o contanti di cui rendere conto. Durante l'ispezione in una valigetta sono però state rinvenuti diversi certificati finanziari per un totale di 38 milioni di euro. Tutti erano contrassegnati da marchi di registrazione doganale risultati però dei falsi. Incalzato l'uomo ha mostrato un passaporto diplomatico francese, invocando l'immunità. Dai successivi controlli sono emersi un altro passaporto diplomatico e vari certificati confermanti l'autenticità di 5 miliardi di dinari iracheni. Tutti documenti risultati falsi.

L'inchiesta penale dovrà chiarire cosa intendesse fare il 44enne con il materiale falso in suo possesso.

Diem/ATS
Condividi