I bollini "Stick'AIR" (keystone)

Ginevra, bollino antismog al via

Applicata la norma per la prima volta: stop in città ai veicoli più inquinanti o a quelli senza i nuovi adesivi "Stick'AIR"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il livello di inquinamento da polveri sottili particolarmente elevato, rilevato mercoledì, ha spinto il cantone di Ginevra ad attivare per la prima volta il nuovo sistema antismog già da giovedì. Oltre al limite di velocità di 80 km/h sulla tangenziale, dunque, è stato applicato il nuovo regime di traffico differenziato. Significa che solo i veicoli che espongono il bollino Stick'AIR di categoria  da 1 a 4 e i veicoli elettrici possono circolare tra le 6.00 e le 22.00 nel perimetro di traffico differenziato. Sono riconosciuti anche gli autoadesivi francesi Crit'Air.

Il regime ginevrino di circolazione differenziata è entrato in vigore il 15 gennaio. Mira a proteggere la salute delle persone più fragili e obbliga i possessori di veicoli a motore a dotarsi di adesivi Stick'AIR che classificano i diversi modelli in sei categorie, in base alle loro emissioni di polveri sottili.

Giovedì, solo i veicoli classificati nella categoria 5 sono obbligati allo stop, ma la misura potrebbe essere estesa alla categoria 4 se l'inquinamento persiste, in quanto lo schema prevede diversi livelli di azione.

Tuttavia i conducenti che violano la legge possono contare su un periodo di transizione, fino al 31 marzo non saranno emesse multe. Dopo questa data i trasgressori saranno passibili di una multa di 500 franchi.

Ginevra, ecco il bollino antismog

Ginevra, ecco il bollino antismog

TG 20 di giovedì 23.01.2020

 
Ats/V. Cherpillod/RTS/M. Ang.
Condividi