Si legge preoccupazione sul volto del presidente dell'organizzazione Markus Ritter
Si legge preoccupazione sul volto del presidente dell'organizzazione Markus Ritter (keystone)

Grido d'allarme dei contadini

Il mondo agricolo invoca prezzi equi, prioritari rispetto al libero scambio su cui punta il Governo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non è possibile garantire la perennità del settore agricolo con le tariffe praticate sui mercati internazionali, ha ribadito mercoledì l'Unione svizzera dei contadini, auspicando prezzi ragionevoli, con i quali sia possibile coprire i costi e che permettano d'investire nel futuro.

La situazione è tale che molti addetti preferiscono cambiare attività, come è stato fatto notare durante la conferenza d'inizio anno svoltasi a Derendingen, nel canton Soletta.

Il principio dell'equità del commercio deve prevalere su quello del libero scambio, è stato ancora sottolineato, criticando la politica praticata dal Consiglio federale, che invece privilegia l'apertura delle frontiere.

ATS/dg

I contadini contro la liberalizzazione

I contadini contro la liberalizzazione

TG 20 di mercoledì 03.01.2018

Condividi