Gli scout svizzeri in collegamento radio con la Stazione spaziale internazionale (Youtube/mova)

"Il campo federale si vede anche dallo spazio"

Gli scout accampati nella Valle di Goms sono entrati in contatto radio con l'astronauta Samantha Cristoforetti che si trova a bordo della Stazione spaziale internazionale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Il Campo federale scout chiama la Stazione spaziale internazionale! Ci sentite?" Alle 14.25 di mercoledì gli scout accampati nella Valle di Goms, in Vallese, sono entrati in contatto radio con lo spazio, più precisamente con l'astronauta Samantha Cristoforetti che attualmente si trova a un'altitudine di oltre quattrocento chilometri a bordo della stazione ISS.

A tu per tu per otto minuti

Venti scout hanno posto altrettante domande all'astronauta Samantha Cristoforetti
Venti scout hanno posto altrettante domande all'astronauta Samantha Cristoforetti (Youtube/mova)

Nel pomeriggio la stazione ha sorvolato l'Europa a una velocità di 27'603 chilometri all'ora, offrendo agli scout una finestra temporale di otto minuti per porre una ventina di domande alla loro interlocutrice spaziale.

L'astronauta Cristoforetti ha quindi raccontato la vita sull'ISS. "Da quassù si riesce a vedere il campo scout, anche se non è così facile da trovare" ha esordito. E ha aggiunto che dai finestrini della stazione si godono panorami stupendi. "I miei preferiti? I Caraibi e la Patagonia, ma anche i temporali notturni, oppure le albe e i tramonti".

Cibo da campeggio e serate film

A bordo - ha spiegato, rispondendo ancora alle domande degli scout - la vita non è come sulla terra. "Si mangia cibo da campeggio o liofilizzato. E per poter respirare, è presente un apposito equipaggiamento che rimuove l'anidride carbonica e che estrae ossigeno dall'acqua".

Cristoforetti ha poi raccontato che nel tempo libero si chiamano amici e familiari. E si trascorre anche del tempo assieme agli altri membri dell'equipaggio, anche guardando dei film.

Una scout l'ha interrogata sul turismo spaziale. "Si tratta di uno sviluppo interessante, ma per ora è riservato soltanto a poche persone facoltose. Spero che nel futuro ci siano più opportunità per più persone" ha osservato, finché alle 14.33 il contatto con la Stazione spaziale internazionale è terminato.

Un collegamento, tre antenne

Il collegamento è stato stabilito dalla torre radio del Campo federale scout attraverso tre antenne. "Per mantenere un collegamento più lungo, si lavorava con una stazione di trasmissione qui al campo ma anche a Grenoble (Francia) e a Monaco (Germania)" ci ha spiegato Samuele Barenco, responsabile media degli scout. "Il collegamento è stato concordato con l'Agenzia spaziale europea ESA, che ha fornito la codifica necessaria".

Per gli scout si è trattato di un momento emozionante: "Da qui, tra le tende, hanno potuto parlare in prima persona e in diretta con un'astronauta che sfrecciava a oltre 400 chilometri d'altitudine sopra le nostre teste".

Il mega campo scout in Vallese

Il mega campo scout in Vallese

TG 20 di mercoledì 27.07.2022

 
Patrick Stopper
Condividi