La riforma delle fiscalità approvata a maggio ha permesso alla Svizzera di superare gli aspetti criticati dall'UE (archivio keystone)

Il miliardo resta un miliardo

Il Nazionale ha rifiutato il raddoppio del contributo di coesione all'UE per partecipare a pieno titolo ai programmi di ricerca Orizzonte ed Erasmus+

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La proposta di raddoppiare il contributo di coesione versato all'Unione Europea è stata bocciata dal Consiglio nazionale con 93 voti a 84 e 6 astensioni. La mozione, presentata dal socialista Eric Nussbaumer di Basilea Campagna, è stata discussa nell'ambito dell'esame del preventivo 2022. Secondo la maggioranza della commissione di politica estera la Confederazione avrebbe dovuto aumentare di circa 953,1 milioni di franchi (a un totale di quasi 2 miliardi) i fondi versati a Bruxelles per consentire alla alla Svizzera per partecipare a pieno titolo ai programmi di ricerca europei Orizzonte ed Erasmus+.

Bruxelles, Cassis incontra Sefcovic

Bruxelles, Cassis incontra Sefcovic

TG 20 di lunedì 15.11.2021

 

Stando ai suoi sostenitori il contributo di coesione raddoppiato avrebbe dato al Consiglio federale una carta in più da giocare nell'ambito delle discussioni con la Commissione europea, sostanzialmente rimaste al palo dopo lo stop elvetico alle trattative sull'accordo quadro. Secondo la minoranza della commissione e la maggioranza della Camera invece la mossa rischiava di indebolire la posizione negoziale.

Diem/ATS
Condividi