Sul fronte vaccinazioni, al momento, si assiste a un'accelerazione
Sul fronte vaccinazioni, al momento, si assiste a un'accelerazione (Keystone)

Il virus circola tra i giovani

La situazione pandemica resta instabile e con l'arrivo del freddo contagi e ricoveri potrebbero aumentare. Patrick Mathys: "La situazione rimane sfavorevole"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La situazione sul fronte pandemico è relativamente buona, con una tendenza alla stabilizzazione, ma nelle prossime settimane potremmo assistere anche a un aumento delle infezioni e dei ricoveri. Per questo è importante vaccinarsi, ha dichiarato martedì, nel corso del tradizionale incontro coi media, Patrick Mathys, dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Insomma, la situazione, nonostante qualche schiarita, rimane "sfavorevole".

Il numero di contagi è sceso, ma anche la velocità di tale diminuzione. Tutto lascia supporre che si stia andando verso una stabilizzazione, anche se a un livello relativamente alto, con differenze tra i vari cantoni. Attualmente il virus circola soprattutto tra le persone tra i 10 e i 19 anni: con la fine delle vacanze scolastiche d'autunno e una maggiore presenza di persone in locali chiusi, potremmo assistere ad un incremento della trasmissione del virus. Per questo la prudenza è d'obbligo, ha messo in guardia il capo della sezione gestione delle crisi e collaborazione internazionale all'UFSP.

Sul fronte vaccinazioni, al momento, si assiste a un'accelerazione, con una media di 30'000 inoculazioni al giorno, ma il livello di persone immunizzate è ancora troppo basso. Mathys ha ribadito che nel 90% dei casi i preparati omologati in Svizzera proteggono da un ricovero. La maggior parte delle persone all'ospedale non è stata infatti vaccinata. Attualmente, l'età mediana dei ricoverati è di 55 anni. Tra gli aspetti positivi, invece, il numero di decessi rimane basso, anche se con una tendenza alla stabilizzazione.

Le differenze del nuovo vaccino

Le differenze del nuovo vaccino

Il Quotidiano di lunedì 04.10.2021

 
ATS/FD
Condividi