Accordo a 4 per il traffico ferroviario transfrontaliero e notturno (keystone)

In quattro per treni notturni

Svizzera, Germania, Austria e Francia hanno sottoscritto un accordo per incoraggiare il traffico ferroviario transfrontaliero anche di notte

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Svizzera, Germania, Austria e Francia intendono incoraggiare il traffico ferroviario transfrontaliero rafforzando i treni notturni e i le grandi linee. Oggi, martedì, nel giorno in cui FFS e Trenitalia hanno annunciato la soppressione dei collegamenti transfrontalieri a partire dal 10 dicembre, i quattro paesi hanno siglato una dichiarazione d'intenti che si basa sul progetto Trans-Europ-Express (TEE) elaborato dalla Germania e presentato, nella sua versione 2.0, lo scorso settembre dal ministro dei trasporti tedesco Andreas Scheuer.

L'obiettivo è acquistare materiale rotabile di qualità, ottimizzare gli orari e sviluppare piattaforme di prenotazione attrattive, precisa l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) in una nota. Lo scorso settembre le FFS e le Ferrovie austriache (ÖBB), hanno deciso, in una dichiarazione d'intenti, di estendere l'offerta di treni notturni che partono dalla Svizzera a 10 linee e 25 destinazioni, fra le quali Amsterdam, Roma e Barcellona, ricorda la nota.

Grazie all'intesa sottoscritta fra le compagnie ferroviarie dei quattro Paesi (DB, ÖBB, SNCF e FFS), la promozione dei treni notturni sarà accelerata, sostiene l'UFT. Secondo il CEO delle FFS, Vincent Ducrot, citato nella nota, la domanda di collegamenti notturni e ad alta velocità continuerà a crescere fortemente dopo la fine della crisi del Covid-19.

ATS/Swing

Condividi