Il fatturato del comparto dovrebbe contrarsi dello 0,7% rispetto a quello del 2021
Il fatturato del comparto dovrebbe contrarsi dello 0,7% rispetto a quello del 2021 (Ti Press)

"Inflazione limitata nel commercio al dettaglio"

BAK Economics: "Nel 2022 i prezzi dovrebbero crescere in media dell'1,2%, a fronte di un rincaro generalizzato del 2,1"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nel settore del commercio al dettaglio è attesa quest'anno un'inflazione tutto sommato limitata: i prezzi dovrebbero crescere in media dell'1,2%, a fronte di un rincaro generalizzato del 2,1%, prevede BAK Economics.

In un comunicato diffuso in serata gli esperti dell'istituto renano descrivono peraltro come difficile l'attuale momento congiunturale per il commercio al dettaglio: il fatturato del comparto dovrebbe contrarsi dello 0,7% rispetto a quello del 2021, sulla scia delle incertezze geopolitiche, del rincaro delle materie prime e dell'energia, nonché dei problemi alle catene di approvvigionamento, tutti fattori che incideranno pesantemente sull'umore dei consumatori. Nel 2023 i ricavi del segmento dovrebbero però tornare a salire, con una progressione dell'1,0%.

L'inflazione aumenta ancora

L'inflazione aumenta ancora

TG 20 di giovedì 05.05.2022

ATS/M. Ang.
Condividi