Uno degli F/A 18 attualmente in dotazione all'esercito svizzero (keystone)

Jet, arrivate le seconde offerte

Sottoposte ad armasuisse le proposte affinate per gli aerei da combattimento e il sistema di difesa terra-aria – Rapporto nel primo trimestre 2021

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Ufficio federale dell'armamento armasuisse ha ricevuto oggi (mercoledì) le seconde offerte per un nuovo aereo da combattimento e per un sistema di difesa terra-aria a lunga gittata. L’acquisto era stato approvato in votazione federale con uno scarto risicatissimo (poco più di 8'000 voti) lo scorso 27 settembre.

Per il nuovo aereo da combattimento sono state prese in considerazione le offerte degli enti governativi di Germania (Airbus Eurofighter), Francia (Dassault Rafale) e Stati Uniti (Boeing F/A-18 Super Hornet e Lockheed-Martin F-35A). Per il nuovo sistema di difesa terra-aria a lunga gittata sono in corsa sempre la Francia (Eurosam SAMP/T) e gli Stati Uniti (Raytheon Patriot).

In entrambi i casi, per la seconda offerta, è stato chiesto ai produttori di sottoporre quella più vantaggiosa.

I risultati della valutazione e un'analisi approfondita dei rischi confluiranno in un rapporto di valutazione nel quale saranno confrontati i diversi aerei e i sistemi di difesa terra-aria, tenendo conto dei costi totali di acquisto ed utilizzo per un periodo di 30 anni.

I rapporti di valutazione verranno conclusi nel primo trimestre del 2021, mentre la scelta del Consiglio federale è prevista nel corso del secondo trimestre 2021.

ATS/dielle
Condividi