I servizi di Guy Parmelin, il consigliere federale incaricato del dossier, respingono invece le contestazioni (keystone)

L'ASI contesta il Governo

Iniziativa per più abitazioni a costi accessibili: l'associazione degli inquilini si oppone al libretto con le spiegazioni ufficiali in vista del voto

L'Associazione svizzera degli inquilini (ASI) si schiera contro la brochure informativa, già disponibile on line, con le spiegazioni ufficiali in vista delle votazioni del 9 febbraio. Fra i due oggetti, ricordiamo, figura l'iniziativa per più abitazioni a costi accessibili.

Attraverso una lettera che alcuni domenicali hanno potuto consultare, l'ASI ha espresso la sua contestazione al Consiglio federale, contrario all'iniziativa, e alle commissioni della gestione delle Camere.

Il Governo, si sostiene nella lettera, omette deliberatamente la citazione delle statistiche ufficiali, che quantificano nella misura del 3,6% l'aumento dal 2016 dei costi delle pigioni. Il libretto si baserebbe piuttosto su cifre elaborate "in piena opacità dalle imprese private".

Per parte loro i servizi di Guy Parmelin, il ministro incaricato del dossier, affermano invece che la brochure fa riferimento ai dati forniti dall'Ufficio federale delle abitazioni (UFAB), il centro di competenza della Confederazione per tutte le questioni concernenti gli alloggi.

ATS/ARi

Condividi