La homepage del sito web del movimento, con evidenti problemi di traduzione (https://aufrecht-schweiz.ch/it/)

La sfida politica dei "coronascettici"

Il movimento Aufrecht Schweiz ha presentato liste di candidati per le cantonali di Berna e Nidvaldo a marzo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dalle proteste di piazza alle stanze dei bottoni. I cosiddetti “coronascettici” provano ad entrare negli esecutivi e nei legislativi. Ieri, lunedì, infatti, per la prima volta, gli oppositori alle misure anticoronavirus del movimento "Aufrecht Schweiz", in italiano "Alzati Svizzera", hanno presentato le liste dei candidati per le elezioni cantonali di Berna e Nidvaldo previste a marzo.

La settantina di candidati ha profili e percorsi personali e professionali completamente diversi, così come opinioni politiche anche molto differenti. Il movimento non si professa né di destra né di sinistra, almeno sulla carta, e si propone di prendere le distanze da qualsiasi forma di estremismo e radicalismo. Il gruppo è sostenuto da varie associazioni, come quella degli Amici della Costituzione, la più nota alle nostre latitudini.

Presentatisi appunto lunedì davanti alla stampa, i candidati vogliono lottare "per i diritti fondamentali, la libertà e l’autodeterminazione, dando voce a chi si è visto imporre le limitazioni", è stato detto dai presenti.

I coronascettici puntano ai legislativi

I coronascettici puntano ai legislativi

TG 12:30 di martedì 18.01.2022

 
RG/dielle
Condividi