L'olio di palma importato dall'Indonesia è sottoposto ad una serie di standard sociali e ambientali che Giacarta ha accettato di applicare per la prima volta (Keystone)

Libero scambio... con olio di palma

Anche gli Stati, come il Nazionale, hanno approvato l'accordo negoziato con l'Indonesia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Anche il Consiglio degli Stati, dopo il Nazionale, ha approvato con 34 voti contro 6 e 4 astenuti, l'accordo di libero scambio con l'Indonesia. Per la Svizzera, in considerazione delle prospettive di crescita economica elevata nel  Sud-Est asiatico, Giacarta rappresenta un partner commerciale importante. Le esportazioni elvetiche verso l'Indonesia ammontano a 488 milioni di franchi e le importazioni di prodotti indonesiani a 356 milioni.

In primo piano, durante il dibattito, è sempre rimasta la questione dell'olio di palma. Tema sul quale il socialista friburghese Christian Levrat, a nome della commissione, ha spiegato che i negoziatori svizzeri hanno ottenuto sia l'applicazione degli standard sociali e ambientali (una prima!) sia l'introduzione di meccanismi di sorveglianza delle condizioni di produzione. E la stessa cosa, ha aggiunto Levrat, il Governo dovrà promuoverla anche nei negoziati in corso con la Malaysia.

In ragione di questa decisione il Consiglio degli stati ha respinto tre iniziative cantonali (Berna, Friburgo, Giura) che chiedono di escludere l'olio di palma dagli accordi di libero scambio.

ATS/mpe
Condividi