Le persone a maggior rischio Long Covid sono quelle che sono state ricoverate per molto tempo e la cui malattia è stata grave
Le persone a maggior rischio Long Covid sono quelle che sono state ricoverate per molto tempo e la cui malattia è stata grave (keystone)

Long Covid, 1'800 richieste all’AI

Dati 2021: si tratta del 3,6% di tutti i primi annunci all'assicurazione invalidità sull'arco dell'anno - Ancora nessuna rendita attribuita

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Circa 1’800 persone si sono annunciate in Svizzera nel 2021 presso l'assicurazione invalidità (AI) a causa del cosiddetto Long Covid, i problemi persistenti dovuti a un'infezione di coronavirus.

Si tratta del 3,6% di tutti i primi annunci all'AI sull'arco dell'anno, spiegano in un articolo odierno Luzerner Zeitung e testate ad essa legate sulla base di dati dell'Ufficio federale della assicurazioni sociali (UFAS).

 

Le persone interessate denunciano sintomi quali estrema stanchezza, mancanza del respiro, difficoltà di concentrazione. Stando ad alcuni studi circa il 20% degli adulti presenta conseguenze a lungo termine della malattia e in alcuni casi le difficoltà sono tali da rendere a quanto sembra impossibile lavorare.

I giornali ricordano peraltro che l'annuncio presso l'AI non significa ancora ottenere una prestazione: al momento non è ancora noto alcun caso in cui è stata attribuita una rendita invalidità per Long Covid.

 
ATS/dielle
Condividi