La stazione di Baden (keystone)

Morto per un guasto tecnico

Appurata la causa dell'incidente costato la vita a un capotreno il 4 agosto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È stato un difetto al sistema di chiusura della porta scorrevole di una carrozza a costare la vita, il 4 agosto alla stazione di Baden, al controllore delle Ferrovie federali rimasto incastrato tra il battente e lo stipite mentre il treno su cui si trovava stava ripartendo.

 

In pratica, l'uomo non è riuscito a liberarsi dalla morsa a causa della forza con cui era trattenuto, forza esercitata per il mancato funzionamento del sensore che dovrebbe invece allentarla se un corpo estraneo ostacola la serratura. È quanto risulta dalle conclusioni dell'indagine avviata sull'incidente, pubblicate mercoledì dal Servizio d'inchiesta sulla sicurezza.

Secondo il SISI lo stato delle porte è indicato al macchinista da una spia rossa nella cabina di manovra. Se la spia è accesa almeno una porta è aperta, se è spenta tutte le porte sono chiuse. Tuttavia se un sensore è bloccato può accadere che il sistema fornisca informazioni errate, ma "il macchinista deve potersi fidare delle informazioni sulla chiusura delle porte trasmesse tramite la spia luminosa". Il sistema attuale non soddisfa questo requisito. L'esatta interazione tra i difetti e l'incidente sarà esposta nel rapporto finale. Il SISI raccomanda all'Ufficio federale dei trasporti di chiedere alle FFS la sostituzione dell'attuale sistema con uno affidabile su tutte le carrozze EW IV.

ATS/dg/pon

Condividi