Il presidente venezuelano Nicolas Maduro (Keystone)

Nuove sanzioni per il Venezuela

L'ordinanza della SECO ha colpito undici funzionari vicini al Governo di Nicolas Maduro. Proibita l'entrata in Svizzera e congelati i conti bancari

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Svizzera ha ordinato sanzioni contro undici funzionari di alto rango venezuelani, tutti vicini al Governo di Nicolas Maduro. Allo stesso tempo, Berna ha preso provvedimenti contro otto persone e un'azienda iraniane. Lo ha annunciato la Segreteria di Stato dell'economia (SECO).

Le personalità colpite hanno importanti responsabilità politiche e militari e si sono viste vietare l'entrata e il transito in territorio elvetico. Sono inoltre congelati eventuali conti bancari nella Confederazione.

Nel marzo 2018, il Consiglio federale ha emanato un'ordinanza, nel frattempo continuamente aggiornata, che istituisce provvedimenti nei confronti dello Stato sudamericano, motivandola con le violazioni dei diritti umani e della democrazia a cui si assiste nel Paese.

In questo caso, sulla scia di quanto fatto una settimana fa dall'Unione europea, Berna ha sanzionato ulteriori funzionari, implicati in azioni volte a ostacolare l'opposizione a Maduro. La lista dell'UE ora conta 36 nomi.

ATS/AnP
Condividi