I due nuovi presidenti del PS svizzero sono Mattea Meyer e Cédric Wermuth (Keystone)

PS, al via il dopo Levrat

Mattea Meyer e Cédric Wermuth eletti copresidenti al posto del friborghese, che lascia la guida del partito dopo 12 anni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Da oggi, sabato, il Partito socialista svizzero (PS) ha una copresidenza: a larga maggioranza, i delegati collegati via web hanno eletto a Basilea i consiglieri nazionali Mattea Meyer (ZH) e Cédric Wermuth (AG), al posto dell'uscente Christian Levrat. Il consigliere agli Stati friburghese lascia la guida della formazione politica dopo circa 12 anni.

Non c’è stata nessuna chance per l'outsider Martin Schwab (BE). La successione di Levrat avrebbe dovuto essere regolata già in aprile, ma a causa della crisi del Covid-19 la questione è stata rinviata ad ottobre. La scelta del nuovo duo Meyer-Wermuth era praticamente scontata: i due deputati sono apparsi fin da subito i favoriti. Con loro il partito si sposterà in maniera pronunciata verso sinistra.

All'inizio il PS voleva tenere il congresso fisicamente a Basilea, ma giovedì a causa del repentino e continuo incremento del numero di casi di covid ha deciso di ricorrere ad internet: l'appuntamento è stato quindi trasmesso su tre diversi canali Youtube: uno in tedesco, uno in francese e uno nella versione originale.

Prima della cerimonia di nomina dei nuovi presidenti, Christian Levrat, consigliere agli Stati friburghese, ha avuto l'occasione di rivolgersi un'ultima volta, durante il congresso online, ai membri del partito in qualità di presidente, ringraziando tutti e dicendo di aver apprezzato "ogni giorno e ogni ora di questa missione".

Il ruolo di Levrat alla guida dei socialisti svizzeri è stato sottolineato anche dal consigliere federale Alain Berset. Intervenendo online all'evento, il capo della sanità nazionale ha reso omaggio al presidente uscente, lodandone l'impegno alla guida di una formazione "che lascia unita e rispettata".

Congresso del PS

Congresso del PS

TG 12:30 di sabato 17.10.2020

Jon Pult fra i vicepresidenti

Prima di designare i due copresidenti si è resa tuttavia necessaria una modifica degli statuti proprio per consentire lo sdoppiamento della carica e riservare un posto fisso ad un rappresentante di Gioventù socialista alla vicepresidenza.

Gli eletti alla vicepresidenza sono stati quindi le uscenti Ada Marra (VD) e Barbara Gysi (SG) - entrambe deputate alla Camera del popolo - la consigliera nazionale zurighese Jacqueline Badran (nuova), il consigliere nazionale grigionese Jon Pult (nuovo) e quello vodese Samuel Bendahan (nuovo).

Due co-presidenti per il PS

Due co-presidenti per il PS

TG 20 di sabato 17.10.2020

 
ATS/EnCa/ARi
Condividi