L'ex alto funzionario della Confederazione ottimista anche sulle vaccinazioni
L'ex alto funzionario della Confederazione ottimista anche sulle vaccinazioni (Keystone)

"Pandemia superata entro fine anno"

Daniel Koch si dice fiducioso sull'evoluzione della crisi sanitaria in Svizzera: "Le cose andranno meglio dopo la primavera"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Daniel Koch, intervistato alla trasmissione RTS Forum, si è detto fiducioso sullo sviluppo della pandemia nel nuovo anno: "Sono molto ottimista sul fatto che entro la fine del 2021 il coronavirus sarà alle nostre spalle. I prossimi tre mesi saranno ancora molto difficili, ma dopo la primavera e l'inizio dell'estate, con più vaccini e test rapidi, le cose andranno meglio".

L'ex alto funzionario della Confederazione non sembra allarmarsi troppo per il nuovo ceppo inglese: "È preoccupante, ma dobbiamo guardare anche al lato positivo. Ci si aspettava che si sarebbero sviluppati nuovi ceppi più trasmissibili, ma finora questa variante non sembra essere più pericolosa. Questo è già un aspetto positivo. Con i vaccini e i test rapidi, abbiamo nuovi strumenti per combatterlo".

 

Lunedì prenderà il via ufficialmente la campagna nazionale di vaccinazione. Koch, "eletto svizzero dell'anno" dal Blick, è certo che la popolazione aderirà, malgrado lo scetticismo iniziale di alcuni: "Lavoro da molto tempo alla vaccinazione in Svizzera, so molto bene come funziona e sono fiducioso che a poco a poco riusciremo a convincere molte più persone. Lo si vede ora in altri Paesi, una volta che le campagne sono ben avviate, la gente aderisce".

Infine qualche riflessione sulle esigenze dei giovani: "Non possiamo aspettarci che i giovani vivano come gli anziani. Hanno bisogno di contatti sociali, ed è molto importante prendere sul serio questi bisogni, cercando di rendere loro la vita più facile".

FD/RTS
Condividi