Immagine d'archivio (©Keystone)

Parola d'ordine dialogare

Relazioni bilaterali dopo la disdetta dei negoziati sull'accordo quadro: parlamentari svizzeri ed europei hanno stilato una dichiarazione comune dopo un incontro online

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Svizzera dovrebbe poter partecipare a tutti i programmi dell’UE in qualità di paese terzo fino al 2027. È l’auspicio formulato oggi al termine di una riunione online tra parlamentari svizzeri ed europei ed è menzionato in una dichiarazione comune. Dovranno inoltre essere salvaguardati gli interessi dei cittadini. L'incontro è stato indetto a seguito della decisione elvetica di disdire i negoziati sull'accordo quadro.

Più nel dettaglio l’invito è a intavolare subito dei negoziati che permettano alla Svizzera di partecipare ai programmi Horizon Europe, Digital Europe, Euratom, ITER e Erasmus+. Il Consiglio federale, stando a quanto è fin qui emerso dovrebbe presentare una bozza di accordo tecnico entro metà autunno.

L’auspicio, infine, è che il dialogo includa anche la società civile nelle regioni di confine, come proposto dalla delegazione.

Condividi