I danni della tempesta del 13 luglio sul Käferberg a Zurigo
I danni della tempesta del 13 luglio sul Käferberg a Zurigo (keystone)

Più cara la grandine delle inondazioni

Le assicurazioni fanno la conta dei danni del maltempo di questa prima parte di estate

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Grandine e temporali in giugno, acqua alta e inondazioni in luglio: le condizioni meteorologiche dei primi due mesi d'estate hanno causato in Svizzera ingentissimi danni. La fattura della grandine è stata però più grave di quella causata dalle inondazioni e potrebbe aggravarsi questo fine di settimana, quando sono previsti forti rovesci locali.

 

A Lucerna la grandine è stata il "maggiore evento di pericolo naturale dal 2005", ha detto oggi (venerdì) all'agenzia di stampa Keystone-ATS Markus Clerc, dell'assicurazione immobili del cantone. La grandinata del 28 giugno ha causato più costi delle inondazioni della settimana scorsa, ha aggiunto. Situazione analoga a Zurigo, dove i danni causati dalla grandine (hanno rappresentato circa il 70% dei 15'000 sinistri annunciati, secondo Barbara Greuter dell'assicurazione immobili GVZ. Questa prevede che la fattura totale ammonterà a 50 milioni di franchi.

Svizzera, le acque iniziano a scendere

Svizzera, le acque iniziano a scendere

TG 12:30 di sabato 17.07.2021

 

Si tratta di un importo molto inferiore rispetto al canton Berna, dove è il numero di casi è stato simile (17'000), ma l'ammontare dei danni è di 110 milioni di franchi. A differenza di Zurigo e Lucerna, però, nel Cantone di Berna i danni da inondazioni hanno rappresentato la quota maggiore (circa 65 milioni di franchi) rispetto a quelli da grandine, tempeste e frane di giugno (circa 45 milioni di franchi). Solo nel Seeland, dove si trovano molte coltivazioni di ortaggi e frutta, i danni della grandine risultano superiori a quelli dell'acqua (14 dei 20 milioni di franchi totali).

Cressier sotto fango e detriti

Cressier sotto fango e detriti

TG 20 di mercoledì 23.06.2021

 

Anche la Svizzera romanda è stata colpita dal maltempo. Nel canton Neuchâtel l'esondazione del lago è costata "solo" circa mezzo milione di franchi, mentre la grandine e le inondazioni in generale hanno inciso per circa 27 milioni, di cui quasi la metà serviranno per risistemare il villaggio di Cressier.

Ciò che è insolito quest'anno è che il maltempo e i danni si sono accumulati in poche settimane, scrive la compagnia di assicurazioni Axa. Per tutti i primi sei mesi, i suoi esperti calcolano risarcimenti per una somma totale di circa 143 milioni di franchi svizzeri, di cui quasi 75 milioni sono attribuibili alla sola grandinata del 28 giugno, che ne è costati 90 (su 280 in tutto) anche alla Mobiliare. Quest'ultima, in occasione del primato stabilito con le inondazioni del 2005, ne aveva tuttavia spesi 450.

ATS/pon
Condividi