Il Gran Consiglio ginevrino in seduta
Il Gran Consiglio ginevrino in seduta (keystone)

Più spazi per i rifugiati

Stabili e terreni pubblici requisibili, ha deciso il Legislativo cantonale, approvando la legge ad hoc

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Lo Stato di Ginevra potrà requisire stabili e terreni pubblici o infrastrutture della protezione civile per dare alloggio ai rifugiati, nel caso di massiccio afflusso, stando alla decisione adottata giovedì dal Gran Consiglio che, ad ampia maggioranza, ha detto sì alla relativa legge.

Vana è quindi risultata l'opposizione della destra e inascoltata è stata l'argomentazione secondo la quale la priorità dev'essere data alla creazione di case per i residenti, che in zona faticano a trovarne a prezzi ragionevoli. La Confederazione ha fissato delle quote e il cantone deve ottemperare, hanno invece sottolineato i favorevoli.

"Vada per la medaglia"

Il Legislativo ha anche autorizzato a posteriori, ma a denti stretti, il parlamentare Guy Mettan, che ha doppia nazionalità, a ricevere una medaglia già assegnatagli dalla Russia. Ha così aggirato la regola secondo la quale gli eletti non possono accettare decorazioni da un Governo straniero.

ATS/dg

Condividi