Il settore dei pacchi ha "salvato" il calo negli altri servizi del gigante giallo (keystone)

Posta, pagella buona, ma...

Stando a PostCom, la concorrenza tra gigante giallo e i privati non funziona sempre in modo ottimale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il servizio postale in Svizzera è buono ma servono ancora interventi sul piano legislativo per garantire a tutti gli operatori del settore pari condizioni. È quanto rilevato da PostCom, l'autorità indipendente che sorveglia il mercato postale.

 

La concorrenza tra privati e Posta non sempre funziona in modo ottimale e in questo senso servono degli aggiustamenti, in particolare nell'ambito dell'accesso alle prestazioni parziali, come i prezzi che i privati pagano per l'accesso alle caselle.

Le norme minime per tutelare i dipendenti entrate in vigore all’inizio del 2019, ha rilevato la commissione, sono rispettate: salario minimo lordo di 18.27 franchi all’ora per tutti i lavoratori non sottoposti a CCL.

Alcune cifre

Il fatturato globale del mercato postale nel 2018 si è attestato a 3,871 miliardi di franchi (+1,1%), a fronte di un volume di 3,442 miliardi di invii. Il boom del mercato dei pacchi è riuscito a compensare, per la prima volta dopo diversi anni, i volumi in calo negli altri segmenti (lettere, giornali, periodici).

ats/mrj

Condividi