Recuperare il ritardo sull’eolico

Proseguono i lavori per il Parco eolico del San Gottardo. Un progetto da 32 milioni di franchi, le cui origini risalgono al 2002

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il primo parco eolico del Ticino sta prendendo forma dopo che, nei giorni scorsi, sono iniziati i lavori di posa dei cinque piloni sul passo del Gottardo, a 2'130 metri sul livello del mare. Sarà la centrale a vento più alta del mondo.

Le caratteristiche che hanno reso il passo luogo ideale per il progetto sono: vento costante, accessi stradali e presenza di linee elettriche. Trovare l'ubicazione non è operazione semplice in Svizzera. Il territorio non dispone infatti di molte aree adatte ad ospitare queste strutture. È questo uno dei motivi per i quali la Svizzera ha accumulato un certo ritardo nello sviluppo dell’energia eolica rispetto, ad esempio, a Danimarca e Germania.

L’Azienda elettrica ticinese (AET) cominciò ad elaborare il progetto quasi 20 anni fa, nel 2002, e nel 2019, con la costituzione della Parco Eolico San Gottardo SA (società partecipata al 70% da AET, al 25% dai Servizi industriali di Ginevra-SIG e al 5% dal Comune di Airolo), si è potuti finalmente passare dalla teoria ai fatti.

Bleff
Condividi