Un dono che la sinistra contesta (keystone)

"Regalo ai ricchi", è referendum

Il Partito socialista scende in campo contro il progetto di deduzione fiscale per i figli in custodia approvato dalle Camere

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Partito socialista, come preannunciato, lancia il referendum contro il progetto d'aumento delle deduzioni fiscali per la custodia dei figli, appena approvato dalle Camere. Disporrà di 100 giorni a partire dalla pubblicazione della modifica di legge sul Foglio federale per raccogliere le 50'000 firme richieste per portare il popolo alle urne.

Quello accettato dal Parlamento nella sessione autunnale è per la sinistra "uno scandaloso regalo ai più ricchi"; costerà 350 milioni di franchi e ne beneficeranno nella misura del 70% e oltre le famiglie con reddito imponibile superiore ai 100'000.

Due settimane fa, dopo un lungo tira e molla, il Legislativo ha dato il suo via libera all'aumento delle deduzioni generali per la cura della prole da 6'500 a 10'000 franchi, aumento che non figurava nel progetto originale che ha per obbiettivo di permettere a un maggior numero di madri di tornare nel mondo del lavoro. In quest'ottica, Stati e Nazionale s'erano già detti d'accordo sull'aumento da 10'100 a 25'000 franchi delle detrazioni per la custodia dei figli minorenni o agli studi al di fuori della famiglia nell'ambito dell'imposta federale diretta.

Sgravi per i figli, è referendum

Sgravi per i figli, è referendum

TG 20 di lunedì 07.10.2019

 
ATS/dg
Condividi