Un camion in difficoltà mercoledì sulle rampe che portano al traforo del San Gottardo (www.gotthard-strassentunnel.ch)

Rischio valanghe e caos viario

Oltre San Gottardo le forti nevicate fanno aumentare il pericolo di slavine, mentre neve e bufere di vento paralizzano binari e strade

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le forti nevicate a nord delle Alpi stanno continuando, soprattutto nei Grigioni e a Glarona, da martedì sera, rafforzando così il pericolo di valanghe che è ormai di grado 4 su una scala di 5, secondo quanto riferisce mercoledì il bollettino dell'Istituto svizzero per la neve e le valanghe di Davos. Gli specialisti grigionesi spiegano che il rischio di slavine in Svizzera non è paragonabile a quello che si registra in Austria o in Baviera, poiché in territorio elvetico nevica dallo scorso weekend, mentre austriaci e tedeschi sono sotto la neve ininterrottamente da oltre dieci giorni.

Le zone di pericolo secondo l'istituto di Davos
Le zone di pericolo secondo l'istituto di Davos (slf.ch)

Le precipitazioni nevose stanno comunque creando problemi notevoli nella Confederazione elvetica. Hanno infatti causato mercoledì l’interruzione della linea delle Ferrovie retiche (RhB) fra Dieni (GR) e Andermatt (UR). I viaggiatori del "Glacier Express", che collega i Grigioni con Briga e Zermatt, dovranno transitare via Zurigo e Berna.

 

Secondo la compagnia ferroviaria, la tratta rimarrà chiusa tutto il giorno e non è stato possibile offrire un servizio sostitutivo. I principali collegamenti stradali grigionesi sono tutti innevati. Sull'autostrada A13 del San Bernardino vige il divieto di circolazione per gli autocarri con rimorchio tra Thusis e Roveredo.

La situazione resta molto difficile su altri assi stradali confederati a causa del maltempo, a cui si sono sommati vari incidenti che hanno perturbato la viabilità. Nel canton Argovia un camion del servizio di pulizia delle strade carico di sale si è rovesciato sul Benkerjoch, in territorio di Küttigen, finendo oltre il campo stradale, ai margini di un bosco. L’autista se l’è cavata senza un graffio.

Nel canton Uri dalla mattinata l’A2 verso il Gottardo tra Amsteg e Göschenen è rimasta a lungo chiusa al traffico pesante nelle due direzioni, mentre la linea ferroviaria tra Wasserauen in Appenzello e Gossau (SG) è stata a sua volta interrotta a seguito delle violente folate di vento: per i viaggiatori sono stati previsti autobus sostitutivi.

Il traforo del Gran San Bernardo, tra la Valle d'Aosta e il Vallese, è stato chiuso al transito dei mezzi pesanti nel pomeriggio a causa delle abbondanti nevicate sul versante elvetico. Gli autotreni provenienti dall'Italia e diretti in Svizzera sono fermati alle porte di Aosta.

 
ATS/EnCa
Condividi