Bruxelles ha istituito un gruppo d'indagine internazionale sulle protesi al seno (Reuters)

Si indaga su protesi e cancro

Gli impianti mammari avrebbero provocato il cancro a varie donne anche in Svizzera e le autorità valutano una loro eventuale limitazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Vi sono donne che si sono ammalate di cancro a causa delle protesi mammarie anche in Svizzera. L'autorità di regolamentazione Swissmedic è a conoscenza di quattro casi, mentre l'Associazione svizzera di chirurgia plastica ne segnala cinque.

La notizia è stata diffusa nei giorni scorsi dalla NZZ am Sonntag, secondo la quale le autorità sanitarie hanno identificato a livello mondiale 660 casi di tumore attribuibile a tali impianti mammari. Nove donne sono decedute per tumori ai linfonodi, ai polmoni o al fegato.

Ogni anno, circa 1,5 milioni e mezzo di donne si fanno operare il seno e se per decenni le protesi mammarie sono state considerate innocue ora le cose potrebbero cambiare. Ulrike Meyer, ricercatrice di Swissmedic, ha dichiarato alla stampa che “sussistono molti elementi che fanno pensare come le portatrici di impianti al seno mammarie siano di fronte a un rischio accresciuto di cancro, ma non ne conosciamo ancora la connessione esatta”.

Si discute intanto sull’eventualità di limitarne l’uso e per questo Bruxelles ha istituito un gruppo di lavoro internazionale d’indagine, al quale la Svizzera presenzia come osservatore.

ATS/Reuters/EnCa
Condividi