Il pilota Borschberg costretto ancora una volta a rinunciare
Il pilota Borschberg costretto ancora una volta a rinunciare (keystone)

Solar Impulse resta a terra

L'aereo avrebbe dovuto affrontare il Pacifico, ma le condizioni meteorologiche non sono favorevoli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Contrariamente a quanto annunciato poche ore prima, Solar Impulse non decollerà lunedì sera (ora svizzera) per il suo volo più lungo, quello di 8'172 chilometri tra la Cina e le Hawai. Le condizioni meteorologiche incerte sopra il Pacifico consigliano infatti un ulteriore rinvio.

L'apparecchio elvetico, ai cui comandi avrebbe dovuto esserci il vodese André Borschberg, non lascerà quindi Nanchino. La partenza della settima tappa avverrà in data da stabilire.

Iniziato ad Abu Dhabi in marzo, il giro del mondo di questo aereo mosso esclusivamente da energia solare dovrebbe essere compiuto in 25 giorni, ripartiti sull'arco di cinque mesi. Il ritorno negli Emirati Arabi è perciò previsto per fine luglio o inizio agosto.

ATS/dg

Condividi