Previsto solo ancora un volo verso tutte le destinazioni (keystone)

Stop ai voli Swiss in Cina

La decisione, che segue quella di British Airways, riguarda tutte le compagnie del gruppo di Lufthansa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Se ancora in mattinata (giovedì) Swiss annunciava l’intenzione di continuare a volare in Cina nonostante l’espansione del coronavirus, a poche ore di distanza, nel pomeriggio, è arrivato il dietrofront. Il gruppo Lufthansa, la più grande compagnia europea di cui fanno parte anche Swiss e Austrian Airlines, ha infatti deciso di sospendere i voli da e per la Cina, sulla scia del concorrente British Airways e di altri vettori mondiali.

La sospensione sarà inizialmente in vigore fino al 9 febbraio, mentre non verranno accettate prenotazioni fino a fine febbraio, ha confermato la compagnia a Francoforte dopo un’anticipazione del quotidiano tedesco Bild. I voli da e per Honk Kong continueranno invece regolarmente.

Lufthansa, Swiss e Austrian Airlines voleranno verso le loro consuete destinazioni in Cina ancora una volta per offrire ai passeggeri la possibilità di prendere i voli di rientro programmati e riportare l'equipaggio a casa.

Mercoledì su un volo Lufthansa proveniente da Francoforte e diretto a Nanchino vi era anche un passeggero che le autorità cinesi hanno qualificato come caso a rischio, ha indicato la compagnia. L'uomo tossiva e due settimane or sono era stato nella città di Wuhan, centro dell'epidemia. Non è ancora chiaro se si tratta di un infetto. I passeggeri che nell'apparecchio sedevano nelle sei file vicine, come pure l'equipaggio, sono stati sottoposti a controlli, ma non sono emersi problemi.

Swiss non vola verso e dalla Cina

Swiss non vola verso e dalla Cina

TG 20 di mercoledì 29.01.2020

 
ATS/Reuters/dielle
Condividi