Tariq Ramadan (Reuters)

Stupro, accuse per Ramadan

Il Ministero pubblico di Ginevra ha avviato un procedimento penale nei confronti dell'islamologo svizzero di origini egiziane

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Ministero pubblico di Ginevra ha avviato a inizio settembre un'istruttoria penale nei confronti dell'islamologo svizzero Tariq Ramadan per stupro e coazione sessuale. La decisione è stata presa dopo che una donna elvetica convertita all'Islam ha presentato una denuncia penale per violenza carnale lo scorso 13 aprile.

"Procuratore e polizia hanno lavorato rapidamente e bene, procedendo a numerose verifiche e audizioni. Questa decisione segna un deciso passo avanti nel procedimento in Svizzera e dimostra la serietà delle accuse presentate dalla nostra cliente", ha indicato Romain Jordan, legale della donna.

Il fatto è si è verificato nel 2008: l'autrice della denuncia aveva una quarantina d'anni all'epoca. Lo stupro sarebbe avvenuto in una camera di un grande albergo ginevrino. La denunciante sostiene di essere stata aggredita da Ramadan e di aver subito abusi sessuali per ore.

Ramadan è nato a Ginevra nel 1962. Suo nonno era Hasan al-Banna (1906-1949), fondatore in Egitto il movimento dei Fratelli musulmani nel 1928.

ats/joe.p.

Nuove accuse contro Ramadan

Nuove accuse contro Ramadan

TG 20 di domenica 16.09.2018

Condividi