L'organizzazione punta il dito contro una giustizia volontariamente lenta
L'organizzazione punta il dito contro una giustizia volontariamente lenta (keystone)

Suicida malgrado le pastoie

S'è ucciso l'anziano la cui richiesta a Exit era stata ostacolata dai fratelli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

S'è tolto la vita di propria iniziativa l'82enne due fratelli del quale s'erano rivolti alla giustizia ginevrina per impedirgli di ricorrere all'istituto d'assistenza al suicidio Exit.

Ne ha dato notizia venerdì, "con tristezza", la stessa associazione, rilevando che all'anziano è stato impedito di morire circondato dall'affetto di coloro che amava. L'indolenza del sistema, che ha tentato di far desistere l'uomo con un procedimento volontariamente rallentato, lo ha spinto a porre termine alla propria esistenza nella solitudine, si legge nel comunicato.

L'avvocato dei due congiunti, da parte sua, ha annunciato di aver presentato un denuncia penale per omissione di soccorso nei confronti dell'organizzazione, rea, a suo dire, di non proporre alternative alla morte, quali sostegno psicologico o ricovero in ospedale.

ATS/dg

Dal TG20:

Il caso Exit

Il caso Exit

TG 20 di venerdì 11.11.2016

Condividi