Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (keystone)

Tempi duri per gli allergici

I prati inizieranno a fiori a breve provocando in molti i tipici sintomi del raffreddore da fieno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nei prossimi giorni i prati inizieranno a fiorire. A causa delle condizioni di soleggiamento lo faranno un po' prima del solito, ha comunicato oggi, mercoledì, il Centro Allergie Svizzera, provocando i tipici sintomi del raffreddore da fieno in molte persone. Il periodo di fioritura dei prati, che dura sino alla fine dell'estate, raggiunge il culmine da metà maggio a giugno.

Un'allergia da polline va diagnosticata da un medico, spiegano gli esperti, sottolineando che può essere in particolare pericolosa alla guida di un veicolo in quanto può portare a una minore attenzione.

Nel caso di un’alta concentrazione di polline, è utile portare occhiali da sole, ventilare brevemente, non cambiarsi d'abito o deporre i vestiti in camera da letto e non lasciare asciugare il bucato all'esterno.

I prati seguono la betulla, il cui polline è volato in concentrazione molto elevata quest'anno. La betulla e il nocciolo hanno pure avuto "una forte presenza". Anche il polline di ontano ha raggiunto livelli alti. Il frassino invece non ha registrato una stagione particolarmente forte.

Iniziata la stagione delle allergie

Iniziata la stagione delle allergie

Il Quotidiano di giovedì 17.02.2022

 
ATS/Red.MM
Condividi