Con il riscaldamento climatico l'oro bianco artificiale... è sempre più necessario
Con il riscaldamento climatico l'oro bianco artificiale... è sempre più necessario (keystone)

Tutto quello che c'è da sapere sulla neve artificiale

Come viene prodotta? Quanta elettricità richiede? Quando la neve è poca, le stazioni sciistiche svizzere usano sistemi di innevamento artificiale, che però hanno anche dei limiti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Come fa l'acqua a diventare neve? Esistono diverse tecnologie per la produzione della coltre nevosa. In pratica, l'acqua si trasforma in gocce d'acqua che, congelate nell'aria fredda, formano granuli simili alla neve. Bisogna fare molta attenzione, però: se le gocce sono troppo grandi congelano meno facilmente e ciò riduce la qualità della neve.

(SRF/RSI)

Quanto è diffuso l'innevamento artificiale? In Svizzera la neve artificiale è presente sulle piste da circa 30 anni. La quota aumenta di anno in anno, come scrive Funivie Svizzere (FS) in una scheda informativa. Se nel 1990 circa l'1% delle piste aveva l'innevamento artificiale, oggi la percentuale è di oltre il 54% ed è in costante aumento e raggiunge i 121 chilometri quadrati.

(SRF/RSI)

Quanto è diffusa la neve artificiale tra i nostri vicini? In Svizzera come detto solo poco più della metà delle piste può essere innevata artificialmente, secondo FS questa cifra è significativamente più alta sia in Austria (70%) che in Italia (90%), mentre è più bassa in Germania (25%) e Francia (39%).

Ci sono diversi tipi di impianti di innevamento? Principalmente sono due: i cannoni da neve e le lance da neve. Un cannone da neve richiede più energia di una lancia da neve, ma riesce a produrre di più. Recentemente, tuttavia, si sono affermate sul mercato lance ad altissimo flusso. Il problema delle lance: a causa della loro altezza e della minore velocità della nuvola di neve, sono più sensibili al vento.

 

Dove esistono e quanti sono gli impianti di innevamento? In Svizzera nessuna associazione fornisce questo dato. SRF ed RSI hanno chiesto a diverse stazioni sciistiche. Ecco alcune risposte.

 

Stazione sciistica Altezza (sopra il livello del mare) Chilometri di piste Impianto di innevazione
Flumserberg 1200-2222 65 68 cannoni
Zermatt 1'620-3'899 320 1150 lance sparaneve, 150 cannoni
Jungfrauregion 1'034-2'970 214 500
Meiringen-Hasliberg 1'065-2'433 60 100
Engelberg Titlis 1'000-3'020 82 183 lance sparaneve, 47 cannoni
Sörenberg 1'166-2'350 53 60 cannoni, 70 lance sparaneve
Arosa Lenzerheide 1'230-2'833 225 65% delle piste innevabile artificialmente
Disentis 1'200-2'833 60 12 cannoni, 7 lance sparaneve
San Bernardino-Pian Cales 1'600-1'787 2,4 6 cannoni
Airolo-Pesciüm 1'175-2'255 30 5 cannoni, 1 lancia sparaneve

 

Quanta elettricità viene consumata? Secondo FS, l'innevamento artificiale sulle piste svizzere - che avviene principalmente nei mesi di novembre e dicembre - richiede circa 65 gigawattora di elettricità. Si tratta della metà del consumo totale di elettricità che avviene in Svizzera in un giorno. Il consumo di energia però varia notevolmente a seconda della temperatura.

(SRF/RSI)

Quanta acqua consuma l'innevamento? Secondo FS, ogni stagione invernale vengono utilizzati in Svizzera 13 miliardi di litri d'acqua. Ma secondo il parere di Fabian Wolfsperger, esperto dell'Istituto per lo studio della neve e delle valanghe di Davos, questa cifra è difficile da quantificare esattamente perché varia di anno in anno e perché non tutti i consumi vengono registrati.

La neve artificiale è infinita? Per Wolfsperger vale un principio molto semplice: più fa caldo, meno sono efficienti gli impianti di innevamento. Questo perché l'acqua che diventa neve artificiale, come detto, non si congela nel cannone, ma nell'aria. E ad un certo punto - intorno agli zero gradi - la neve non si forma più. "L'innevamento tecnico ha i suoi limiti", conclude Wolfsperger.

Un caldo da record

Un caldo da record

TG 20 di lunedì 02.01.2023

Nico Schwab-SRF/Joe Pieracci
Condividi