Determinante per rintracciare le persone esposte è stata la lista delle presenze allestita dal locale
Determinante per rintracciare le persone esposte è stata la lista delle presenze allestita dal locale (archivio keystone)

Un club in quarantena

Misura imposta a quasi 300 persone, fra clienti e dipendenti di un locale notturno di Zurigo, dopo lo sviluppo di un focolaio di coronavirus

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Quasi 300 persone, fra visitatori e dipendenti di un locale notturno dii Zurigo, sono state poste in quarantena. Un uomo che si era recato nel club lo scorso 21 giugno è risultato positivo al test del coronavirus quattro giorni più tardi. L’infezione è stata quindi riscontrata su altri 5 visitatori.

L'accertamento di questo focolaio è stato reso noto oggi, sabato, dalle autorità del cantone. I servizi del medico cantonale si sono rivolti al titolare del locale. Grazie agli elenchi sulle presenze che erano stati allestiti, è stato possibile rintracciare tutte le persone esposte e informarle dell'applicazione della quarantena per una durata di 10 giorni.

L'episodio, sottolineano le autorità zurighesi, evidenzia l'importanza della responsabilità individuale e del rispetto delle norme igieniche e di distanziamento sociale. In una nota si ribadisce l'invito alla popolazione a essere prudenti e a evitare gli assembramenti: laddove ciò non risulti possible, il consiglio è di indossare la mascherina.

Infine, un monito. Se casi del genere dovessero ripetersi, avverte il cantone, i locali notturni potrebbero essere nuovamente chiusi.

ATS/ARi

Zurigo, 300 in quarantena

Zurigo, 300 in quarantena

TG 12:30 di domenica 28.06.2020

Condividi