Una generazione globale

Dieci personaggi non politici, dieci risposte alle sfide della società di oggi - #EF2019

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dieci persone che vogliono cambiare il mondo e, nel loro piccolo, fanno qualcosa per riuscirci. Sono le protagoniste della serie – una coproduzione delle redazioni MM news della SSR-SRG - che inauguriamo oggi, lunedì, sul nostro sito, ma soprattutto sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter di RSInews. Ogni settimana, fino al 22 settembre, vi proporremo le storie di due di loro perché siamo convinti che non solo quello che accade nei corridoi di Palazzo abbia un significato politico, ma anche tanti piccoli gesti e progetti che influenzano il nostro quotidiano o il nostro futuro.

Ognuno degli intervistati ha dato una propria risposta, trovato una soluzione alle sfide che si presentano alla società contemporanea: ambiente, sostenibilità, integrazione, impegno sociale, digitalizzazione.

 

La serie ha preso il via con Eddie Ramirez. Costretto su una sedia a rotelle, con i suoi spettacoli comici attira l’attenzione su pregiudizi e problemi  con i quali sono confrontate le persone con handicap.

 

Veronica Almedom si impegna invece per i giovani eritrei la cui richiesta di asilo in Svizzera è stata respinta.

 

Il primo appuntamento ticinese ha avuto come protagonisti Nicola Mona e Aldo Cattano con il loro aquilone che produce elettricità sfruttando la forza del vento.

Fabian Engel e Simon Oschwald hanno invece avuto l'idea di costruire delle protesi a basso costo partendo dalla plastica riciclata.

Monica Rush Solcà è invece la creatrice del progetto di sharing economy Smart Village. Nato nel 2013 a Coldrerio, nel frattempo ha preso piede ed è diventato una realtà consolidata in diversi paesi dove la comunità ha ritrovato la gioia di condividere.

Il 30enne Janosch Amstutz, nato a Zugo e cresciuto in Australia, a Londra ha fondato una start-up nel campo della realtà aumentata: Holo.Me che mira a rivoluzionare la comunicazione, proiettando l'ologramma di una persona in qualsiasi ambiente direttamente sul nostro smartphone.

Pascal Brunner è un apicoltore, tradizione di famiglia. Ha inventato un modo per combattere l'acaro varroa, responsabile della moria delle api, senza far del male anche agli insetti

Tedesca di origine, ma biologa marina al Politecnico di Zurigo, Ulrike Pfreundt crea con la stampante 3-D delle strutture su cui i coralli possano poi annidarsi. Un modo per contrastare la sparizione delle grandi barriere e non solo, a causa dei cambiamenti climatici.

Red.MM/pon
Condividi