Il Nazionale approva l'accordo fiscale con l'Italia sui frontalieri (keystone)

Via libera all'accordo sui frontalieri

Il Nazionale ha dato il suo benestare definitivo (dopo gli Stati) all'intesa tra Svizzera e Italia sulla fiscalità

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Via libera definitivo da parte del Parlamento all'accordo tra Svizzera e Italia sulla tassazione dei frontalieri. Dopo il Consiglio degli Stati, l'intesa è infatti stata accolta oggi, martedì, anche dal Nazionale. La Camera bassa ha accettato quindi il progetto con 186 voti favorevoli, 4 contrari e 2 astenuti.

 

Respinta (55 sì contro 136 no) la proposta dell'UDC Piero Marchesi di sospendere la trattazione dell'accordo fino a quando non verranno trovate soluzioni sugli altri punti in sospeso con Roma contenuti nella roadmap sottoscritta dai due Paesi nel 2015, in particolare lo stralcio della Svizzera dalla lista nera italiana del 1999 e la fine degli ostacoli per le banche svizzere che vogliono operare in Italia. Per la maggioranza del plenum, l'accordo è vantaggioso per la Svizzera, e in particolare per il Ticino, e una sospensione non farebbe che irrigidire la posizione dell'Italia. Accesa la discussione tra i deputati ticinesi su questa proposta che ha raccolto il sostengo del consigliere nazionale del Centro Marco Romano.

Ora spetta all'Italia sottoscrivere l'accordo e secondo il consigliere federale Ueli Maurer (responsabile del Dipartimento federale delle finanze) ciò dovrebbe avvenire fra una quindicina di giorni.

ATS/RG/Swing
Condividi