Il virus è arrivato in Europa, in Francia
Il virus è arrivato in Europa, in Francia (ansa)

Virus, due casi sospetti a Zurigo

Al Trimli Spital zurighese due pazienti - da poco rientrati dalla Cina - sono stati messi in quarantena

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Primi due casi sospetti in Svizzera di coronavirus. Al Triemli Spital di Zurigo due pazienti - da poco rientrati dalla Cina - sono stati messi in quarantena. Ciò non significa che siano contagiati dal virus. Tutti i casi sospetti nel nostro paese, finora, sono infatti risultati negativi.

Di casi sospetti, in Ticino, non ne sono stati registrati. Lo ha confermato - da noi contattato - il medico cantonale ticinese Giorgio Merlani. Domani avrà luogo una riunione informativa con tutti gli operatori sanitari cantonali.

La Svizzera intanto si appresta a prendere misure preventive. Da settimana prossima verrà infatti ribadito l'obbligo di notifica da parte di medici e laboratori, che dovranno annunciare entro due ore alle autorità sanitarie cantonali i casi sospetti.

 

L'Ufficio federale della sanità - come affermato al Sonntagsblick -  è in contatto con gli operatori turistici che organizzano viaggi di gruppo in Svizzera con ospiti provenienti dall'Asia, ma non sono previste per il momento misure preventive negli aeroporti.

TG/redMM

Coronavirus, 80 le vittime

Coronavirus, 80 le vittime

TG 12:30 di lunedì 27.01.2020

Virus, casi sospetti in Svizzera

Virus, casi sospetti in Svizzera

TG 20 di domenica 26.01.2020

Coronavirus, la Cina si mobilita

Coronavirus, la Cina si mobilita

TG 20 di domenica 26.01.2020

Condividi