(Keystone)

Più misure contro pandemie influenzali

Ci sarà una maggiore e più chiara comunicazione fra Confederazione, Cantoni e popolazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L’Ufficio federale della sanità pubblica ha rielaborato insieme ai Cantoni e a esperti il Piano pandemico svizzero influenza. La nuova strategia dovrebbe permettere di intervenire più rapidamente in caso di urgenza.

Visti i problemi di logistica e comunicazione verificatisi durante l’emergenza del 2009, alcune procedure sono state semplificate. Fra di esse, quella che riguarda le fasi evolutive della pandemia, che sono state ridotte a tre: normale attività influenzale, pandemia e postpandemia. Inoltre la collaborazione fra Confederazione e cantoni è stata disciplinata in maniera più chiara e ha un ruolo fondamentale all’interno del nuovo piano anche in relazione alla comunicazione con la popolazione.

Il vaccino rimane uno dei mezzi più efficaci

Un gruppo di esperti in virologia, malattie infettive, pediatria ed epidemiologia saranno responsabili di valutare i reali rischi e di prestare consulenza alla Confederazione. A livello medico i vaccini rimangono il mezzo più efficace mentre l’intervento non medico prevede regole comportamentali come l’isolamento, la quarantena, la chiusura delle scuole e il divieto di manifestare.

ATS/GTa


Condividi